pH del vino: guida alla misura

Il nostro eBook sulla misurazione del pH del vino è concepito come una risorsa per i produttori di vino che desiderano migliorare il proprio approccio alla misurazione.

Lo scopo di Hanna non è solo cercare di venderti strumenti di qualità eccellente; vogliamo lavorare assieme a te e aiutarti a ottenere un prodotto di qualità ancora maggiore. Ecco perché creiamo costantemente risorse per i nostri clienti di tutti i settori.

La misurazione del pH non è efficace a meno che i dati non rappresentino in modo affidabile le condizioni effettive del vino. La qualità dei dati analitici dipende da una serie di fattori:

  • campionamento corretto
  • selezione del metodo appropriato
  • corretta esecuzione dell’analisi.

Questa guida è progettata per aiutarti a raggiungere il livello di accuratezza richiesto, illustrando come il pH influisce sulla qualità del vino, gli strumenti necessari per misurare il pH e come utilizzare questi strumenti per ottenere risultati accurati.

Scarica l’eBook: Guida alla misura del pH del vino

Ecco un breve riassunto delle tre sezioni incluse nell’eBook.

Perché il pH è importante?

Questa sezione spiega come l’accuratezza di una misura di pH influisca su molte fasi della vinificazione come la fermentazione, l’invecchiamento, l’affinamento, la stabilizzazione e l’imbottigliamento.

pH del vino - conservazione del vino

La calibrazione, la conservazione o la pulizia improprie dell’elettrodo pH possono causare letture imprecise, che influiranno sulla chimica e sulla percezione sensoriale del vino. In genere vediamo errori fino a 0.5 pH, sufficienti a provocare il deterioramento del vino e gravi problemi di qualità.

Cosa ti serve per un’analisi accurata?

Il capitolo due descrive tutta l’attrezzatura necessaria per la dotazione ideale per la misurazione del pH nel vino.

pHmetro

Deve avere:

  • Calibrazione almeno a 2 punti (tra cui pH 3.00)
  • Compensazione della temperatura
  • Risoluzione pH 0.01
  • Una scala mV

Consigliabile avere:

  • CAL- Check (verifica della calibrazione)
  • Dati GLP (Good Laboatory Practice)
  • Registrazione dei dati

Elettrodo pH specifico per vino

  • Giunzione in PTFE e corpo in vetro.
  • Sensore di temperatura integrato (opzionale).

Agitatore magnetico

  • Un buon agitatore dovrebbe essere dotato di controllo proporzionale della velocità, per consentire una corretta miscelazione del campione. Molti pensano che l’agitatore sia un optional, invece è un elemento fondamentale per ottenere misure più accurate. La miscelazione garantirà una risposta dell’elettrodo più rapida e una maggiore stabilità.

Portaelettrodo

  • Un portaelettrodo aiuterà a mantenere l’elettrodo nella posizione corretta per la misurazione. Un supporto aiuta anche a evitare danni al bulbo pH in vetro.

Vetreria e attrezzatura da laboratorio

  • Beaker per campioni da 100 ml (2)
  • Bicchieri per residui da 300 ml (2)
  • Flacone per lavaggio con acqua deionizzata o distillata (1)

Soluzione di calibrazione

  • La calibrazione assicura che lo strumenti interpreti correttamente i segnali inviati dall’elettrodo, garantendo misure precise. Utilizzare tamponi pH 3.00 e pH 7.01 per risultati ottimali.

Soluzioni per la pulizia

  • Le giunzioni ostruite sono la ragione numero uno di errori nella misurazione del pH. Nel vino questo è particolarmente importante perché i campioni di vino (mosto, succo ecc.) lasciano residui sull’elettrodo pH, che con il tempo ostruiranno completamente la giunzione. Ciò si traduce in misure errate e nella necessità di una prematura sostituzione dell’elettrodo. Hanna produce una soluzione detergente specificatamente progettata per pulire i depositi di vino, il cui utilizzo è fondamentale per prevenire questo problema.

Soluzione di conservazione

  • Un elettrodo per pH secco è il secondo motivo più comune per le scarse prestazioni nella misura del pH. Il bulbo secco rallenta lo scambio di ioni (la lettura del pH) e crea false letture: infatti, spesso può capitarti di registrare prematuramente il valore del pH, perché pensi che sia stabile, mentre invece si sta ancora stabilizzando. Ancora peggio, un elettrodo totalmente secco potrebbe smettere di funzionare del tutto.

Soluzione di riempimento

  • La soluzione di riempimento di un elettrodo pH viene contaminata durante il processo di test. Svuotare la soluzione di riempimento e sostituirla con una soluzione fresca aiuterà a ringiovanire l’elettrodo, rendendolo più veloce e più reattivo.

Come effettuare l’analisi

In questa sezione, ti mostriamo tutte le fasi, passo per passo, per calibrare l’elettrodo e misurare il pH durante la vinificazione. Vedrai anche i passaggi necessari per mantenere e conservare correttamente l’elettrodo, un’attività fondamentale per una misurazione accurata.

I suggerimenti in questa sezione includono:

  • Preparare l’elettrodo e i tamponi per la calibrazione.
  • Eseguire una calibrazione.
  • Come effettuare le misurazioni.
  • Come conservare l’elettrodo dopo la misurazione.

Scopri tutti gli strumenti indispensabili per le analisi nel vino

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti tutte le nostre novità:

Se questo articolo ti è stato utile, condividilo